fb

Gli Hotel ai tempi di Google.

L’Italia è il primo paese di approdo di Google Hotel Insight, la piattaforma digitale per il rilancio del settore alberghiero. Il turismo riparte organizzato e digitale.

Gli Hotel ai tempi di Google.

Blog

01/02/2021




La ripartenza del settore turistico passa anche attraverso modalità innovative di rapportarsi al mercato fondate sulla ricerca e sui dati statistici. È stato uno studio di settore a ispirare la realizzazione di Google Hotel Insight, la prima piattaforma dedicata al settore alberghiero fondata su due insight importanti che sono emersi dallo studio stesso: il 52% degli albergatori ha bisogno di più informazioni sui potenziali viaggiatori, il 40% ritiene di non avere competenze sufficienti per implementare strategie di online marketing efficaci.
L'Italia è il primo paese di approdo di Google Hotel Insight, una piattaforma che potrà fare la differenza per molte aziende dell'industria dell'accoglienza intenzionate a evolversi.

Al lancio hanno preso parte il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Il World Tourism Organization (UNWTO), l'Enit, Federturismo Confindustria, l'Associazione Italiana Confindustria Alberghi, Federalberghi e il Politecnico di Milano, tutti partner che contribuiranno ad arricchire la piattaforma nelle prossime settimane, canalizzando know-how ed energie per la ripresa del settore.

La nuova piattaforma di Google è uno strumento completamente senza costi atto a fornire informazioni utili al settore alberghiero, intercettando la domanda turistica potenziale, oltre a proiettare risorse formative destinate a uno specifico programma che sarà diffuso grazie alla collaborazione delle principali rappresentanze associative del settore. Il nuovo Hotel Insights permetterà alle strutture e agli operatori del settore di ottenere informazioni sulle ricerche effettuate dai potenziali turisti, da quali paesi arrivano e come cambiano le loro ricerche nel tempo. Inoltre, fornirà consigli utili su come sfruttare al meglio queste informazioni, aiutando a sviluppare conoscenza e asset digitali a sostegno delle proprie attività.

Da Google spiegano che verrà reso disponibile un programma di formazione dedicato ai professionisti del settore con l'obiettivo di far “acquisire e sviluppare nuove competenze digitali, utili per farsi trovare pronti quando il turismo potrà finalmente ripartire”.
Come ha sottolineato Fabio Vaccarono, Vice President di Google “il momento storico che stiamo vivendo pone più che mai l'Italia di fronte al bisogno di crescere economicamente e, affinché questo sia possibile, intraprendere un processo di trasformazione digitale è oggi indispensabile. Il nostro impegno nel supportare il Paese per accelerare la ripresa economica, in linea con quanto annunciato nel nostro piano ‘Italia in Digitale', si riconferma ora con un'attenzione particolare al turismo, duramente colpito dalle conseguenze della pandemia”.
“Siamo felici di presentare Hotel Insights proprio qui in Italia - ha continuato Vaccarono -, scelta come primo paese al mondo per il lancio locale dopo il grande lavoro svolto dal team italiano per fornire al settore strumenti, risorse e progetti di formazione digitale specifici”.

Lorenza Bonaccorsi, Sottosegretaria al Turismo del Mibact ha così commentato l'operazione Google Hotel Insights: “Sono certa che l'intuizione di una piattaforma per il sostegno dei nostri alberghi contribuirà alla ripartenza del settore turistico, in una fase di maturazione della nostra offerta nel nome di un turismo più sano e moderno. Poter contare su strumenti digitali davvero innovativi significa anche consolidare il ruolo delle destinazioni turistiche di domani, le smart destination, in cui la tecnologia gioca un ruolo centrale nel migliorare la vita dei turisti ma anche dei residenti, in cui i dati diventano strumento per un utilizzo più attento e responsabile delle risorse”.
“Così il turismo – ha aggiunto la Sottosegretaria del Mibact - grazie alla tecnologia digitale, diviene sempre più maturo e sostenibile”.

Giorgio Palmucci, Presidente dell'Enit ha definito Hotel Insight: “una sinergia digitale che mette a sistema le esperienze e il know-how che quotidianamente Enit fornisce al sistema turistico italiano.
“L'analisi dei dati - ha spiegato - è il futuro per sviluppare strategie mirate e performanti che non disperdano lavoro, investimenti, produttività e valore”.

Marina Lalli, Presidente di Federturismo Confindustria ha dichiarato: “Ad oggi l'industria del turismo ha perso 70 miliardi di euro ed è bene evidenziare che le caratteristiche strutturali del mercato turistico non consentiranno di recuperare tali perdite nel breve termine”.
“Se c'è un aspetto drammatico, ma illuminante, che la crisi sanitaria ha lasciato nell'immaginario collettivo - ha aggiunto -  è che dovremo ripensare il turismo del domani, un turismo nuovo che dovrà saper cogliere le opportunità connesse al digitale. Un passaggio fondamentale per gli operatori in un momento in cui il settore deve reiventarsi per riguadagnare quote di mercato. La piattaforma #Hotelinsights ci è sembrata sin dai primi incontri un'occasione per mettere a frutto il patrimonio dei dati avviando un progetto specifico, con l'obiettivo di costruire un'Italia nuova dimostrando di saper governare la trasformazione e non di subirla”.

Sempre da Confindustria, Barbara Casillo, Direttore generale di AICA - Associazione italiana Confindustria Alberghi ha sottolineato il ruolo centrale del digitale: “Il settore turistico e quello alberghiero in particolare stanno vivendo l'anno certamente più difficile della loro storia. In questo quadro il digitale può e deve giocare un ruolo fondamentale per intercettare il nuovo mercato che si aprirà a valle di questa crisi. Una crisi che certamente ha modificato la fisionomia dei viaggiatori con nuove priorità e sensibilità che gli strumenti di Hotel Insights potranno aiutare a capire meglio e prima”.

Alessandra Priante, Direttore del Dipartimento regionale Europa di Unwto ha spiegato che “Google e Unwto collaborano in maniera molto stretta e organica su una vasta serie di attività, specialmente la formazione e l'area delle ricerche e dei dati. ll turismo è un settore meraviglioso che coniuga emozioni e business in maniera unica. Noi allo Unwto crediamo sia la forza positiva che muove l'economia mondiale”.

L'Osservatorio innovazione digitale nel turismo della School of Management del Politecnico di Milano ha indagato quali siano stati i trend rilevanti per il settore del turismo in Italia nel 2020 e ha identificato che, pur nel contesto di un drammatico calo del 60 % rispetto all'anno precedente, si è evidenziata una crescita del peso del canale di prenotazione diretto, soprattutto in digitale. Allo stesso modo cresce l'interesse delle strutture per rendere l'esperienza dei propri clienti sempre più digitale e soprattutto si evidenzia la necessità di cogliere in tempo reale esigenze e comportamenti della domanda.
Come ha affermato Eleonora Lorenzini, Direttrice dell'Osservatorio “la pandemia, con i forti cambiamenti che ha prodotto, ha accresciuto la necessità da parte degli operatori del turismo di rimanere costantemente aggiornati sulle esigenze e comportamenti della domanda e dei competitor. Per questo risultano estremamente preziosi quegli strumenti che permettono l'accesso alle informazioni e stimolano i gestori delle strutture ricettive e dotarsi di competenze per un utilizzo sempre più costante e strategico dei dati”.

Insomma il mondo del turismo trova il modo di ricompattarsi intorno a iniziative innovative che possano utilizzare appieno il potenziale del digitale e del marketing in un'ottica sempre più “insight”.

Il Corso per Addetto ai Servizi di Ricevimento è da sempre orientato a trasferire oltre alla cultura dell'accoglienza anche una formazione marketing e comunicazione piuttosto solida in modo da unire le focalizzazioni sul mercato alle competenze tecniche necessarie per essere operativi ed efficienti e rispondere in modo completo alle esigenze dei clienti.

Marina Ricci - Redazione ACT